Chi siamo

Scarica il nostro Portfolio

CHI SIAMO - LA STORIA

Lo studio Facchinetti & Partners Architetti Associati, Massimo Facchinetti Carlo Bono, Alessandra Boccalari, si costituisce all’inizio del 2004 integrandosi e sostituendosi alla precedente struttura tecnica già organizzata e gestita, da più di un decennio, dallo stesso Massimo Facchinetti. 

Lo studio si occupa di architettura in tutte le sue declinazioni.
L’esperienza spazia dal progetto al cantiere, dall’Italia all’estero.

CHI SIAMO - LA STORIA

Lo studio Facchinetti & Partners Architetti Associati, Massimo Facchinetti Carlo Bono, Alessandra Boccalari, si costituisce all’inizio del 2004 integrandosi e sostituendosi alla precedente struttura tecnica già organizzata e gestita, da più di un decennio, dallo stesso Massimo Facchinetti. 

Lo studio si occupa di architettura in tutte le sue declinazioni.
L’esperienza spazia dal progetto al cantiere, dall’Italia all’estero.

Massimo Facchinetti è nato il 19 maggio 1965 a Bergamo.

Ha conseguito il diploma di geometra nel 1984 presso l’istituto per geometri “G. Quarenghi” di Bergamo. Nell’ottobre del 1992 si è laureato presso la Facoltà di architettura del Politecnico di Milano, con una tesi di progettazione ambientale dal titolo “La strada del freddo”, seguita dal professor Alessandro Ubertazzi, dal professor Giuseppe Gambirasio e dall’architetto Pierguido Bay.

  • Dal 1983 al 1985 ha collaborato presso uno studio di architettura in Bergamo, dove apprende la prima formazione professionale, seguendo lavori inerenti edilizia economica popolare ed opere edili in genere;
  • Dal 1986 al 1989 è dipendente presso un’impresa di costruzioni edili di Bergamo per la quale segue come D.L. opere pubbliche di particolare importanza.
  • Nel 1990 apre il suo studio di progettazione in Casazza (Bg), dedicandosi prettamente ad attività di architettura, urbanistica e progettazione ambientale.
  • Nel 1993 ha conseguito l’abilitazione alla professione di architetto a Milano e si è iscritto all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo al n. 1140.
  • Nel 1994 costituisce la società DISEGNO che si occupa della progettazione a 360° e nel 1997 costituisce con alcuni soci e collaboratori dello studio, la società Massimo Facchinetti designer by Prototipi s.a.s., , interessandosi della consulenza industriale per aziende e della realizzazione di progetti nel campo del design e del design ambientale.

 

  • Nel 2004 costituisce la Facchinetti & Partners con gli amici Carlo Bono e Alessandra Boccalari occupandosi prevalentemente di architettura e urbanistica in ambito pubblico, con particolare attenzione per l’attività di edilizia ecosostenibile e progettazione ambientale, ricerca che svolge da anni in qualità di professore a contratto nell’Università di Milano, Firenze, Brescia e Torino.  L’azienda è attiva anche nella consulenza in materia di pianificazione e protezione ambientale, sostenibilità nell’edilizia e innovazione tecnologica. Particolare attenzione è rivolta al beneficio energetico, che consente di rendere gli edifici sostenibili in termini di energia. Lo studio è specializzato in design ambientale, che riguarda l’integrazione degli artefatti nel loro contesto e che ha tra i suoi fondamenti l’uso corretto e ponderato dei materiali. Nella progettazione di Massimo Facchinetti, il colore viene considerato rilevante al pari della forma stessa, qualificandosi come la “quarta dimensione”. I progetti tengono sempre in considerazione l’utilizzatore finale, facendo propri i concetti di ‘design for all’ e di ‘customizzazione’. Altra peculiarità dello studio è il grande interesse per la massima eco sostenibilità dei prodotti progettati nell’obiettivo della qualità totale e del beneficio energetico.

 

  • Dal 1990 è stato chiamato in seno a diverse commissioni edilizie di alcuni comuni Bergamaschi e non, dove svolge funzioni di esperto in materia di barriere architettoniche, di storia dell’arte e d’architettura, tutela dei Beni ambientali artistici ed architettonici vincolati, oltre ad attività di consulete tecnico.
  • Dal 1992 si impegna a svolgere l’attività didattica quale assistente ai corsi di progettazione ambientale del professor Alessandro Ubertazzi presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano; dal 2003 diviene docente a contratto del corso di laurea in Disegno industriale prima presso l’Università di Firenze, poi la Facoltà d’Ingegneria di Brescia e dal 2014 presso il Politecnico di Milano – sede di Milano Bovisa (scuola di design); dal 2018 diviene docente a contratto del corso di progettazione di sistemi e elementi costruttivi – laboratorio di costruzione dell’architettura presso il Politecnico di Milano – sede di Mantova (scuola di architettura, ingegneria delle costruzioni). come dettagliato in seguito nel paragrafo relativo all’attività didattica.
  • Dal 30 Novembre 2012 è membro dell’A.E.R.E.C (Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali), da cui è stato insignito del titolo di accademico presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati.
  • A novembre 2018 ha partecipato alla giornata di studio professionale dell’Associazione PPP Italia, dal titolo: “Il partenariato pubblico privato come opportunità e ultime novità ministeriali”.

Massimo Facchinetti, nato il 19 maggio 1965, si è laureato nel 1992 presso la Facoltà di architettura del Politecnico di Milano con indirizzo in progettazione industriale (design). Dallo stesso anno esercita la professione di architetto, svolgendo attività didattica in qualità di assistente e professore a contratto, prima presso le Università di Milano, Firenze, Torino e ora a Brescia.

  • Nel 2004, con gli amici architetti Carlo Bono e Alessandra Boccalari, fonda lo studio “Facchinetti & Partners Architetti Associati – Massimo Facchinetti, Carlo Bono, Alessandra Boccalari” che si occupa di progettazione, direzione lavori di opere pubbliche e private, pianificazione urbana e territoriale, consulenza tecnica in aree di costruzione e urbanistica; l’azienda è anche attiva nella consulenza in materia di pianificazione e protezione ambientale, sostenibilità ambientale nell’edilizia, innovazione tecnologica. Particolare attenzione viene data al beneficio energetico che consente di rendere gli edifici sostenibili in termini di energia. E’ specializzato in design ambientale, che riguarda l’integrazione degli artefatti nel loro contesto e che ha tra i suoi fondamenti l’uso corretto e ponderato del colore e dei materiali. Il colore nel design di Facchinetti viene considerato rilevante al pari della forma stessa, qualificandosi come la “quarta dimensione”. I progetti tengono sempre in considerazione l’utilizzatore finale, facendo propri i concetti di design for all e di customizzazione.

Altra peculiarità dello studio è il grande interesse per la massima ecosostenibilità dei prodotti progettati nell’obiettivo della qualità totale e del beneficio energetico.

Carlo Bono è nato il 16 settembre 1971 a Bergamo.
Si è laureato in architettura presso il Politecnico di Milano nel 1999.

  • Dal 2000 ha conseguito l’abilitazione allo svolgimento della professione di architetto.
  • Dal 1998 al 1999 svolge la sua prima attività formativa presso uno studio di architettura in Bergamo
  • Dal 1999 al 2000 collabora con una studio di ingegneria sempre in Bergamo
  • Dal 2001 inizia a collaborare con la Società Prototipi con sede a Casazza (Bg) e apre il proprio studio professionale a Brembate di Sopra (Bg) con l’Architetto Stefania Locatelli con la quale dal 2004 si associa costituendo lo “Studio di Architettura Associato – Dott. Arch. Stefania Locatelli, Dott. Arch. Carlo Bono”,
    nello stesso periodo costituisce con l’Architetto Massimo Facchinetti e Alessandra Boccalari lo studio associato “Facchinetti & Partners, Architetti Associati – Massimo Facchinetti, Carlo Bono, Alessandra Boccalari”. Opera professionalmente nei settori della progettazione architettonica sia pubblica che privata, nel recupero e nella conservazione del patrimonio edilizio esistente e svolge diverse attività di consulenza.
  • Dal 1999 al 2003 è Membro della Commissione Urbanistica del comune di Treviolo (Bg) su nomina dell’Ente Pubblico.
  • Dal 2002 è Consulente Tecnico d’Ufficio (C.T.U.) del Tribunale di Bergamo. Albo dei Consulenti Tecnici del Giudice. Categoria: industriale – Sezione: architetti
  • Dal 2006 è abilitato quale coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione secondo all’art. 10 del D.L.vo 494/96”.
  • Dal 2010 è in possesso della dichiarazione di sussistenza dei requisiti professionali per il rilascio delle Certificazioni di cui alla Legge 7 dicembre 1984, n. 818 – codice di attribuzione BG 0665 A00318.

Carlo Bono è nato il 16 settembre 1971 a Bergamo.
Si è laureato in architettura presso il Politecnico di Milano nel 1999.

  • Dal 2000 ha conseguito l’abilitazione allo svolgimento della professione di architetto.
  • Dal 1998 al 1999 svolge la sua prima attività formativa presso uno studio di architettura in Bergamo
  • Dal 1999 al 2000 collabora con una studio di ingegneria sempre in Bergamo
  • Dal 2001 inizia a collaborare con la Società Prototipi con sede a Casazza (Bg) e apre il proprio studio professionale a Brembate di Sopra (Bg) con l’Architetto Stefania Locatelli con la quale dal 2004 si associa costituendo lo “Studio di Architettura Associato – Dott. Arch. Stefania Locatelli, Dott. Arch. Carlo Bono”,
    nello stesso periodo costituisce con l’Architetto Massimo Facchinetti e Alessandra Boccalari lo studio associato “Facchinetti & Partners, Architetti Associati – Massimo Facchinetti, Carlo Bono, Alessandra Boccalari”. Opera professionalmente nei settori della progettazione architettonica sia pubblica che privata, nel recupero e nella conservazione del patrimonio edilizio esistente e svolge diverse attività di consulenza.
  • Dal 1999 al 2003 è Membro della Commissione Urbanistica del comune di Treviolo (Bg) su nomina dell’Ente Pubblico.
  • Dal 2002 è Consulente Tecnico d’Ufficio (C.T.U.) del Tribunale di Bergamo. Albo dei Consulenti Tecnici del Giudice. Categoria: industriale – Sezione: architetti
  • Dal 2006 è abilitato quale coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione secondo all’art. 10 del D.L.vo 494/96”.
  • Dal 2010 è in possesso della dichiarazione di sussistenza dei requisiti professionali per il rilascio delle Certificazioni di cui alla Legge 7 dicembre 1984, n. 818 – codice di attribuzione BG 0665 A00318.

Alessandra Boccalari è nata il 14 luglio 1968 a Milano.
Si è laureata in architettura presso il Politecnico di Milano nel 1994.

  • Dal 1996 ha conseguito l’abilitazione allo svolgimento della professione di architetto.
  • Dal 1995 al 1999 svolge la sua prima attività formativa presso uno studio di architettura in Bergamo e dal 1999 inizia a collaborare  con la Società Prototipi con sede a Casazza (Bg).
  • Dal 1999 è abilitato quale coordinatore della sicurezza  in fase di progettazione ed esecuzione secondo all’art. 10 del D.L.vo 494/96”.
  • Dal 2004 si associa costituendo con l’Architetto Massimo Facchinetti  e l’Architetto Carlo Bono lo studio  “Facchinetti & Partners, Architetti Associati –  Massimo Facchinetti, Carlo Bono, Alessandra Boccalari”.
  • Dal 2010 è in possesso della dichiarazione di sussistenza  dei requisiti professionali per il rilascio  delle Certificazioni di cui alla Legge 7 dicembre 1984,  n. 818 – codice di attribuzione BG 01372 A00316.

Alessandra Boccalari è nata il 14 luglio 1968 a Milano.
Si è laureata in architettura presso il Politecnico di Milano nel 1994.

  • Dal 1996 ha conseguito l’abilitazione allo svolgimento della professione di architetto.
  • Dal 1995 al 1999 svolge la sua prima attività formativa presso uno studio di architettura in Bergamo e dal 1999 inizia a collaborare  con la Società Prototipi con sede a Casazza (Bg).
  • Dal 1999 è abilitato quale coordinatore della sicurezza  in fase di progettazione ed esecuzione secondo all’art. 10 del D.L.vo 494/96”.
  • Dal 2004 si associa costituendo con l’Architetto Massimo Facchinetti  e l’Architetto Carlo Bono lo studio  “Facchinetti & Partners, Architetti Associati –  Massimo Facchinetti, Carlo Bono, Alessandra Boccalari”.
  • Dal 2010 è in possesso della dichiarazione di sussistenza  dei requisiti professionali per il rilascio  delle Certificazioni di cui alla Legge 7 dicembre 1984,  n. 818 – codice di attribuzione BG 01372 A00316.
SETTORI DI ATTIVITA’

L’attività dello studio spazia dagli ambiti più classici quali progettazione, direzione lavori, coordinamento sicurezza, pianificazione urbanistica e territoriale, progettazione ambientale, a quelli più innovativi e con lo sguardo volto al futuro: 
Progettazione ambientale: progettazione specialistica relativamente al macro e al micro ambiente, sperimentando teorie a dimostrazione dell’impatto volumetrico degli artefatti nell’ambiente;
Ecobuilding – Progettazione Green: impegno nella decarbonizzazione edilizia, ambientale e territoriale fino al risparmio e beneficio energetico degli edifici; 
Ricerca e Innovazione tecnologica dell’edificio: utilizzo di materiali tecnici, tecnologici e innovativi contemporanei sia nell’architettura pubblica che privata; 
Colore e percezione sensoriale: utilizzo del colore come quarta dimensione e progetto come “artefatto sensoriale” capace di far percepire sensazioni.

SETTORI DI ATTIVITA’

L’attività dello studio spazia dagli ambiti più classici quali progettazione, direzione lavori, coordinamento sicurezza, pianificazione urbanistica e territoriale, progettazione ambientale, a quelli più innovativi e con lo sguardo volto al futuro: 
Progettazione ambientale: progettazione specialistica relativamente al macro e al micro ambiente, sperimentando teorie a dimostrazione dell’impatto volumetrico degli artefatti nell’ambiente;
Ecobuilding – Progettazione Green: impegno nella decarbonizzazione edilizia, ambientale e territoriale fino al risparmio e beneficio energetico degli edifici; 
Ricerca e Innovazione tecnologica dell’edificio: utilizzo di materiali tecnici, tecnologici e innovativi contemporanei sia nell’architettura pubblica che privata; 
Colore e percezione sensoriale: utilizzo del colore come quarta dimensione e progetto come “artefatto sensoriale” capace di far percepire sensazioni.

MISSION

Architettura a 360°: dalla casa al grattacielo.
Architettura al servizio dell’uomo, etica, morale, di responsabilità sociale, “colorata e sensoriale”.

ARCHITETTURA:

  • al servizio delle esigenze dell’uomo, ovvero etica, rispettosa dei ruoli, delle funzioni e dell’ambiente, che non danneggia nessuno; 
  • morale che rispetta le moralità delle persone, le loro origini, le loro usanze, le peculiarità dei luoghi; 
  • socialmente responsabile, mirata a sostenere la ricchezza sociale in tutte le sue fasi, dal progetto alla realizzazione, dal suo utilizzo al suo smaltimento; 
  • che utilizza il colore come quarta dimensione ed è capace di far percepire sensazioni grazie allo stimolo dei 5 sensi.

 

MISSION

Architettura a 360°: dalla casa al grattacielo.
Architettura al servizio dell’uomo, etica, morale, di responsabilità sociale, “colorata e sensoriale”.

ARCHITETTURA:

  • al servizio delle esigenze dell’uomo, ovvero etica, rispettosa dei ruoli, delle funzioni e dell’ambiente, che non danneggia nessuno; 
  • morale che rispetta le moralità delle persone, le loro origini, le loro usanze, le peculiarità dei luoghi; 
  • socialmente responsabile, mirata a sostenere la ricchezza sociale in tutte le sue fasi, dal progetto alla realizzazione, dal suo utilizzo al suo smaltimento; 
  • che utilizza il colore come quarta dimensione ed è capace di far percepire sensazioni grazie allo stimolo dei 5 sensi.